La scelta delle parole chiave (o keywords) per un sito web o un blog, è il punto di partenza di ogni strategia SEO. Come scegliere le migliori.

Partire con il piede giusto vale metà dell’opera.

Le parole chiave sono i termini o le frasi che tutti noi utilizziamo quando facciamo una ricerca in internet su Google, Bing, o Yahoo. Rappresentano a tutti gli effetti il ponte di collegamento tra la visita e il sito web; e rivestono un ruolo di primo piano in ogni strategia SEO.

Per questo motivo se volete sapere come scegliere le parole chiave migliori per il vostro sito o il vostro blog, vi consiglio di leggere questo articolo fino in fondo, vi aiuterà a fugare ogni dubbio.

Parole chiave specifiche e parole chiave generiche

Esistono due grandi tipologie di parole chiave (o keywords):

parole chiave specifiche (specific keywords)
parole chiave generiche (generic keywords)

Parole chiave specifiche

Se entrate in un negozio e chiedete delle piastrelle per la cucina esagonali di colore rosa non fate altro che una ricerca specifica di un prodotto, con una parola chiave composta da ben 4 termini: piastrelle + cucina + esagonali + rosa

Avete le idee chiare, conoscete il prodotto e sapete cosa vi serve, la vostra richiesta è precisa, se trovate le piastrelle da cucina di colore rosa siete certamente ben predisposti all’acquisto.

In modo analogo se cercherete in Internet lo stesso tipo di prodotto con le medesime caratteristiche userete la stessa parola chiave composta dagli stessi 4 termini: piastrelle + cucina + esagonali + rosa

Si tratta in questo caso di parola chiave specifica (specific keyword).

Le parole chiave specifiche sono in grado di determinare un evento positivo come una vendita o una richiesta di preventivo .

Parole chiave generiche

Supponiamo ora che vi piacerebbe ristrutturare la cucina ma non avete ancora le idee chiare sul da farsi.

La vostra richiesta si trasformerà in un generico piastrelle o piastrelle per cucina, parola chiave composta da 1 o 2 soli termini: piastrelle + cucina.

Probabilmente, prima di decidere un acquisto desiderate valutare tutte le diverse opzioni.

In questo caso si tratta di parola chiave generica (generic keyword).

Le parole chiave generiche generano volumi di traffico più elevati, ma risultano meno efficaci di quelle specifiche.

Da una prima analisi delle due situazioni, emergono alcuni elementi che vale la pena di sottolineare.

E’ fuori dubbio che una ricerca specifica sia più dettagliata di una ricerca generica, infatti, come abbiamo accennato, le parole chiave specifiche sono più efficaci nel determinare un evento positivo.

Inoltre, risulta intuitivo che scegliere parole chiave di tipo specifico per un sito web, equivale a privilegiare la qualità sulla quantità.

Ma, se da un lato la scelta di parole chiave specifiche garantisce una maggiore potenzialità, sarà utile verificare se i volumi di ricerca sono sufficienti a generare traffico significativo verso la pagina web.

E’ ben noto che per generare una conversione sono necessarie un certo numero di visite.

Quali parole chiave scegliere per un sito web (What keywords to choose for a website)

Idealmente possiamo inquadrare le parole chiave in una scala graduale a secondo della genericità o specificità delle ricerche, e della loro potenzialità.

Parola chiave molto generica:

ricerca a 1 chiave che identifica una parola secca, ad esempio “piastrelle”. Generalmente i volumi di ricerca risultano elevati e la potenzialità molto bassa.

Parola chiave generica:

ricerca a 2 chiavi che identifica l’uso di 2 termini ad esempio “piastrelle + cucina”. Generalmente i volumi di ricerca risultano alti e la potenzialità medio-bassa.

Parola chiave specifica:

ricerca a 3 chiavi identifica uso di 3 termini ad esempio “piastrelle + cucina + rosse”. Generalmente i volumi di ricerca risultano medio-bassi e la potenzialità medio-alta.

Parola chiave molto specifica:

ricerca a 4 o più chiavi identifica uso di 4 o più termini ad esempio “piastrelle + cucina + rosse + esagonali”. I volumi di ricerca risultano bassi e la potenzialità alta.

Il grafico rappresenta il volume delle ricerche in funzione della specificità delle parole chiave e la potenzialità. Dove per potenzialità, come già accennato, si intende la capacità di generare un evento positivo come, una vendita, una richiesta, o una interazione con la pagina web.

Da notare che parole chiave generiche o poco specifiche generano volumi di traffico maggiori ma con potenziale minore.

La chiave di lettura di questi dati consente di far emergere le seguenti considerazioni:

In ambito SEO, nei settori di media ed alta concorrenza è sempre consigliabile scegliere parole chiave specifiche e molto specifiche composte da 3, 4 e massimo 5 chiavi di ricerca. Se i volumi risultano bassi, la potenzialità sono elevate.
La sommatoria di tante singole ricerche specifiche messe insieme può raggiungere volumi di traffico interessanti. Conviene quindi sceglierne un numero cospicuo.

Le parole chiave specifiche includono sempre le parole chiavi generiche, non è mai vero il contrario.
E’ evidente che questo sistema pone dei limiti di valutazione che dipendono prevalentemente dal settore nel quale si opera.

Scegliere le parole chiave per un sito web comporta la ricerca di un equilibrio tra qualità e quantità, e, come spesso accade la virtù si trova nel mezzo. Il buon senso è sempre consigliato.

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *