E’ capitato un pò a tutti di sedersi davanti al proprio computer per realizzare una pagina grafica, e cadere nel panico. Il classico terrore da assenza di idee…

A chi di noi non è mai capitato di sedersi davanti ad una pagina bianca e cadere nello smarrimento totale. Un black out del pensiero che scatena un vero e proprio attacco di panico.

Avete tutti i migliori propositi di questo mondo, ma al momento di procedere tutto si blocca, vi appare pesante, non ricordate più nulla.

Eppure sono anni che faccio questo mestiere possibile che sono diventato un brocco?

Momenti difficili…
Fortunatamente tutto questo poi si risolve per incanto, di colpo la luce si accende, e riuscite finalmente a partire.

Un grafico professionista conosce bene questo problema e il modo di affrontarlo, ma per tutti coloro che non hanno molta esperienza, sbloccare la situazione può risultare più faticoso.

Seguendo quaìesto articolo, troverete alcuni semplici consigli, che consentono a chiunque di affrontare e sconfiggere una pagina bianca

Create dei riferimenti

Come accennato in apertura, il bianco crea smarrimento, una pagina bianca è l’assenza di tutto, ma peggio ancora perdiamo i riferimenti. Quindi la prima cosa da fare quando vi sedete davanti a una pagina bianca, è quella di creane di nuovi.

I riferimenti ci rassicurano, così come capita anche nella vita con i nostri cari.

In grafica, diversamente dalla vita i riferimenti sono rappresentati dai i margini della pagina, un’area dove focalizzare l’attenzione e inserire i contenuti.

I margini di pagina

Impostate i margini a 2 cm su ogni lato, un margine deve essere abbondante per esercitare correttamente la sua funzione, un bel margine ampio delimita bene la pagina e contribuisce a migliorare la visione d’insieme

Anche adesso però vi trovate in uno spazio bianco, con qualche riferimento in più, ma sempre di spazio bianco si tratta.

Niente paura inseriamo altri riferimenti e scomponiamo lo spazio bianco in spazi più piccoli, contigui e ben delineati.

Quindi dividete ulteriormente la vostra pagina, come indicato in figura

Le linee rosse tratteggiate, rappresentano i nuovi riferimenti man mano che vengono aggiunti.

Ora i riferimenti sono aumentati e riuscite a muovervi meglio. Vi sentite più sicuri di voi stessi.

Gli elementi grafici della pagina

Bene ora che la vostra pagina è suddivisa in spazi più piccoli, potete affrontare la situazione a muso duro e mettere in chiaro chi comanda, potete definire gli spazi che ospiteranno gli elementi grafici, quindi uno spazio per il titolo, uno spazio per il sottotitolo, uno spazio per il testo, e uno per l’immagine.

Adesso avete davanti una situazione ben diversa, siete lanciatissimi e potete dedicare il vostro tempo agli elementi grafici e tipografici della pagina, quindi in ordine il titolo, il sottotitolo, il testo, e l’immagine.

Il titolo

Un titolo per definirsi tale deve attirare l’attenzione del lettore ed evidenziarsi su tutto il resto, quindi non siate timidi, e per l’occasione utilizzate un font forte e deciso, Arial Black in corpo 60 pt.

Attenzione,

la dimensione del titolo è vincolata dalla lunghezza del titolo stesso, ma sappiate che potete anche mettere il titolo su due righe.

Come regola generale ricordate sempre che il titolo deve fare il titolo quindi deve essere forte e ben leggibile.

Il sottotitolo

Il sottotitolo è molto importante perchè introduce l’argomento della pagina. In questo caso si può utilizzare un font più aggraziato per creare un bel contrasto con il titolo. Il font Times New Roman Italic, di corpo 30 pt., risulta perfetto per l’occasione.

Se volete, potete aggiungere un pò di vivacità in più, scegliendo il corsivo (italic).

Il testo

Per il testo, invece potete utilizzare un Times New Roman in corpo variabile da 12 a 14 pt., a secondo della lunghezza del testo e dello spazio disponibile. Entambe le dimensioni consentono un’ottima leggibilità, e uno stile sobrio e formale.

Un testo segnaposto può andare bene per fare delle prove, come il classico “Lorem Ipsum”, che potete scaricare in molte varianti sul sito lipsum.com (http://it.lipsum.com)

L’immagine

Infine potete inserire l’immagine, una bella foto a piè di pagina per chiudere bene l’argomento.

Come per incanto lo spazio bianco è svanito, ogni cosa è al suo posto.

Quindi per riassumere, quando vi sedete davanti a una pagina bianca,

  • fate un bel respiro profondo,
  • create dei riferimenti,inserite i margini,
  • scomponete nuovamente la pagina e create altri riferimenti,
  • definite delle aree precise per gli elementi della pagna,
  • Inserite il titolo, il sottotitolo, il testo corrente, l’immagine,

e il bianco è sconfitto.

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *